PIÙ FRUTTA E VERDURA, FORSE


Editoriale del 19 febbraio 2015

Nel tentativo di convincere il mondo a consumare più frutta e verdura, da tempo si moltiplicano le campagne educative. “Five a day”, la più conosciuta, invita a mangiarne cinque volte al giorno. Recentemente, come se cinque non bastassero, è stata però proposta “Seven a day”, e non si capisce come si faccia a consumare tanta frutta e verdura senza ingrassare (la frutta contiene zuccheri) o senza stufarsi. Per variare si consiglia di mangiare miglio, uva passa, semi di zucca o di quinoa, questi ultimi facilmente reperibili sotto casa. Le buone intenzioni si scontrano però con la realtà: frutta e verdura costano più della carne e se si continua a convincere la gente che solo gli alimenti biologici sono sani non si arriverà nemmeno a “One a day”. In Italia poi, il programma ministeriale “Frutta nelle scuole” si avvia al fallimento: si moltiplicano le proteste di genitori e insegnanti che vedono distribuire ai bambini frutta ammuffita, acerba o immangiabile.

Tony Cinquetti
(Etica gastronomica)

COGLI L’ATTIMO

 

da 7 chili in 7 giorni (1986) diretto da Luca Verdone ed interpretato da Renato Pozzetto e Carlo Verdone

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA