IN RISPOSTA A UN GENTILE LETTORE


Editoriale del 19 ottobre 2020

Nell’editoriale di lunedì scorso ho evocato un duello di calcinculo, il lettore Gianni Giugnini mi chiede di spiegare quali siano le modalità di questa sfida. Rispondo con piacere.
La pratica dei calci in culo esiste da sempre, ma sono stato proprio io intorno alla metà degli anni sessanta del secolo scorso, stabilendo una regola semplice ma precisa, a far assurgere questa pratica rozza ed estemporanea alla dignità di una sfida. Un duello di calcinculo, secondo il regolamento, prevede che i due contendenti si alternino nell’azione. Tra un calcio e l’altro non possono trascorrere più di ventidue secondi; perde chi, stremato, non riesce a rispettare il tempo di esecuzione. I duelli possono durare molto a lungo e risultare molto impegnativi, ma voglio regalare in esclusiva alle lettrici e ai lettori di questa pagina un consiglio prezioso. Se il vostro contendente è di sesso maschile per ottenere con certezza una vittoria rapidissima e, per voi, indolore è indispensabile riuscire a battere per primi. Se occorre non fatevi scrupolo di usare metodi pretestuosi (“batte prima il/la più vecchio/a”; “prima il/la più giovane”; “prima lo/la sfidante”…). Ottenuto il privilegio della prima battuta, invece di mirare ai glutei con un ampio ed elegante calcio orizzontale, infischiatevene dell’estetica e andate a ridosso del ricevente colpendolo con un secco calcio dal basso in alto, in modo da coinvolgere nella percussione anche i testicoli. A quel punto la disfida sarà terminata, infatti sarà impossibile per il vostro contendente rispettare il suo turno.
Nel tempo la pratica di questa disciplina si è diffusa nel mondo. Ebbi modo di rendermene conto quando in un film, di cui purtroppo non ricordo il titolo, Lee Marvin pronunciò una delle battute più belle (e ignorate) della storia del Cinema: “Era così stupido che, essendo zoppo, si sarebbe iscritto a una gara di calci in culo”.
Filippo Martinez (Codificatore di disfide)

“La pratica dei calci in culo esiste da sempre”
Da IN RISPOSTA A UN GENTILE LETTORE – Editoriale di Filippo Martinez (Codificatore di disfide)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA