Salmo 126 SALMO E CONTROSALMO


Editoriale del 24 febbraio 2018

Immagini disumane e umane dai bombardamenti in Siria,
atrocità dai campi di guerra e stupidità dalle campagne elettorali.
Giochi dei grandi grandi in potere e dei piccoli piccoli che giocano a sognarlo.

E dovrei io, Signore, con il salmo cantare:
«Che cosa è l’uomo che di lui ti ricordi,
il figlio dell’uomo perché te ne curi»? (Salmo 8,5).

O dovrei l’ispirazione a rovescio con Giobbe restituirti:
«Perché dare luce a un uomo la cui vita è nascosta,
e che Dio ha sbarrato da ogni parte?» (Giobbe 3,23).

E continuo a guardare quelle mani che salvano un sogno in pigiama rosa svegliato alla realtà. Ti sarà, little sister, il ricordo di quelle mani calde più forte del freddo del cemento sventrato dalle bombe?

Antonio Pinna
Salmista ad Aristan

E continuo a guardare quelle mani che salvano un sogno in pigiama rosa svegliato alla realtà. Ti sarà, little sister, il ricordo di quelle mani calde più forte del freddo del cemento sventrato dalle bombe? (da Salmo 126 SALMO E CONTROSALMO, editoriale di Antonio Pinna)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA