SALMO 175 SUL PALMO DELLA MANO TI HO INCISO


Editoriale del 9 febbraio 2019

Da solo e senza niente. Un bambino cammina all’imbrunire sulla statale 129 che da Torino va verso Cuneo, vicino a Carmagnola. Le sue uniche parole ai vigili: «La mamma non mi vuole più, mi ha abbandonato».

I particolari della storia degli otto anni di questo bambino non interessano qui per dare giudizi. «Ora vado a scuola, i miei compagni come fratelli». Decine le disponibilità di adozione.

Storie di oggi e storie di sempre.

Sempre tenebre e luci le nostre giornate.

Ma nemmeno l’antico profeta si arrendeva:

«Abbandona forse una donna il suo bambino,
forse non si commuove per il figlio del suo seno?
Anche se lei l’abbandona,

io no, io non ti abbandonerò.
Perché sul palmo della mano ti ho inciso,
le tue mura davanti a me, sempre.
I tuoi figli accorrono […]
di loro ti vestirai come gioielli,
di loro ti ornerai come una sposa»

(Isaia 49,15-18)

Antonio Pinna

Salmista ad Aristan

 

Abbandona forse una donna il suo bambino, / forse non si commuove per il figlio del suo seno? (Da SALMO 175 SUL PALMO DELLA MANO TI HO INCISO, editoriale di Antonio Pinna)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA