Salmo 70 «DIO NON È ABRUZZESE»… E INFATTI.


Editoriale del 28 gennaio 2017

24 gennaio. Elicottero schiantato. Avevano appena portato soccorso a uno sciatore ferito:
†Walter Bucci, 57 anni, aquilano. Una figlia di 16 e una bambina di quattro. Già presente a Rigopiano.
†Davide De Carolis, 39 anni, aquilano. Sposato, una figlia piccola. Già presente a Rigopiano.
†Giuseppe Serpetti, 49 anni, aquilano. Moglie, e due figli di 4 e 8 anni.
†Mario Matrella, 42 anni, pugliese. Moglie e quattro figli.
†Gianmarco Zavoli, 46 anni, emiliano, pilota, missioni in Iraq.
† Ettore Palanca, 50 anni, romano, sciava nel suo giorno di riposo, sposato, un bambino.
24 gennaio. Venezia, ragazzo del Gambia, 21 anni, sopravvissuto al Mediterraneo due anni fa, sceglie il Canal Grande per rigettarsi. Gli aiuti? «Bagnino stava per buttarsi, qualcuno ha gridato: “finge”». Diversi salvagenti verso di lui. Con l’acqua a 5 gradi, chi può afferrare un salvagente? Passavano varie barche. Nessuno si avvicina. Tra chi assiste alla scena, commenti urlati, «Africa», «Dai che te torni a casa tua», «insemenio», «e ora neghite». forse inviti a reagire? Forse razzisti…
I giornali, forse non solo per cronaca, ma per alludere ad altri disastri e soccorsi, hanno tenuto a precisare “aquilano, emiliano, pugliese”. Un giornale ha titolato: «Dio non è abruzzese».
E mi ricordo, Signore, di chi ti ha tolto dalle spalle la croce:
di lui sappiamo soltanto che era “Cireneo”,
e di te lui sapeva soltanto che eri “Nazareno”.
Lo diceva il “cartello” irridente appeso alla croce che portava:
«Gesù Nazareno, re dei Giudei».
Cireneo senza nome? Non proprio.
Se il Vangelo di Marco ha tenuto a precisare il nome dei suoi figli,
Alessandro e Rufo,
forse aveva anche lui un motivo oltre la cronaca:
forse gli uomini non hanno finito di amare.
Lo hai imparato anche tu sulla tua pelle,
Dio Nazareno, compaesano di ogni centro e periferia,
compaesano anche di quel ragazzo del Gambia,
di cui, come di te sulla croce, forse alcuni «si facevano beffe»,
e di cui non ci dicono il nome.
«E questi sono i nomi…»: Comincia così il libro dell’Esodo,
racconto a paradigma di ogni salvamento.

Antonio Pinna
(salmista di Aristan)

24 gennaio. Venezia, ragazzo del Gambia, 21 anni, sopravvissuto al Mediterraneo due anni fa, sceglie il Canal Grande per rigettarsi. Gli aiuti? (da Salmo 70 «DIO NON È ABRUZZESE»… E INFATTI, editoriale di Antonio Pinna)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA