SE MI ACCOPPANO


Editoriale del 8 febbraio 2016

Se mi accoppano non fate bordello, non spremetevi in una mezzora di piagnisteo, non state imbambolati davanti ai titoli di coda, la mano inzaccherata nei popcorn è ciò che vi rende disumani. La vita va glorificata in vita e i pochi a meritare la parola staranno in silenzio. Se mi accoppano non fate bordello, i torturatori degli Stati repressivi o una bomba nera o rossa o un bischero per il portafoglio o una merda viscosa che mi spappola la capoccia sull’unica pietra nel raggio di chilometri. Il mondo è l’assedio di un esercito ubriacone e bastardo, che assedia per assediare e per travolgere e per chiedersi, e adesso? Se mi accoppano non fate bordello, non siate ridicoli, non vado a giro per cambiare nulla, e se lo faccio non ve lo dico perché è l’unica decenza che rimane, dico, vado a giro per l’inferno perché è zeppo di gemme preziose e io ne ho piene le tasche. Vado forte in salita non per vincere ma per accorciare l’agonia, per un dovere contadino e arcaico e soprattutto perché me la spasso. Uno spasso che somiglia a dio, uno spasso che somiglia agli uomini di carne e cervello. Se mi accoppano non fate bordello, io del tango amo il fremito nel ventre delle donne ma soprattutto il rumore dei tasti nella fisarmonica, il ticchettio sordo sotto la musica che è l’inganno e la meraviglia di ogni linguaggio, anzi, dell’unico linguaggio universale. Se mi accoppano non fate bordello, sono quasi tutto ciò che desideravo fare, mi manca solo imparare l’assolo di Confortably numb dei Pink, la coerenza, la fedeltà, la misura, diventare campione dei welter, guardare il tramonto o un bambino e riuscire a non chiedermi perché. Perché. In effetti mi mancano molte cose. Ma sono sempre stato un tipo da sei meno, e va benissimo così. Se mi accoppano non fate bordello, siate onesti, continuate a fare ciò che stavate facendo. Fatevi i cazzi vostri.

Luca Foschi
(Inviato di guerra da Aristan\ Aristan’s war correspondent)

COGLI L’ATTIMO

 

da Amore e guerra (Love and Death 1975) scritto, diretto e interpretato da Woody Allen

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA