PER TACER DEL CANE CON L’ORECCHIO ASSOLUTO


Editoriale del 7 gennaio 2015

Nel delirio delle vacanze e della febbre che mi ha sopraffatto per giorni, ho scoperto in rete un video interessante (https://www.youtube.com/watch?v=B24fxpwtEIE), che mi ha fatto tornare in mente l’unico scritto ritrovato di un mio vecchio zio, scomparso misteriosamente nel Natale del 1967 in circostanze che nessuno ha avuto interesse a chiarire.
Lo riporto fedelmente.
Per tacer del cane con l’orecchio assoluto
Nella vita ho avuto più di un cane.
L’ultimo si chiamava Charms, aveva l’orecchio assoluto, il pelo fulvo e non aveva coda.
In realtà non aveva neppure il pelo, per cui dico che aveva il pelo fulvo tanto per dire.
Non poteva abbaiare perché non aveva bocca.
Non aveva neanche occhi.
Non aveva addirittura né zampe né baffi.
Non aveva sete o fame e non aveva sonno.
Non aveva niente.
Per cui non si capisce di cosa si stia parlando.
Meglio allora non parlarne più.

Luca Cocco
Connessionauta di Aristan

COGLI L’ATTIMO

 

da un video di Roberto Liverani

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA