TRUCCHI DEL CASO


Editoriale del 17 novembre 2019

Pomeriggio di periferia. Tre ragazzi incappucciati infilano la porta di una profumeria, passo deciso verso l’espositore Dior. Agguantano tutto, elettrici. Il primo scappa, gli altri spintonano un energumeno che li ha bloccati all’interno del negozio. Porte chiuse, nessuno si muova. Il più alto continua a strillare alla commessa. “Io voglio e io rubo, tutti zitti. Tu zitta puttana”. La mano in tasca stringe un profumo, ma nei racconti diventerà una pistola. L’altro, occhi schizzati in fuori per il panico, si gira verso le due clienti. Una sono io. L’altra è una bionda che ha fissato una prova trucco. Impugna uno spray al peperoncino. Con quello ha atterrato un molestatore nell’ascensore, pochi giorni prima. Italiano però, non negro, dice. La responsabile del negozio si è chiusa a chiave nel ripostiglio, si salvi chi può. Una folla di commercianti si è radunata all’esterno e ci fotografa. Saremo già su Facebook? Volano parole e spintoni, i due si innervosiscono. “Non esiste”, dice la bionda. “Non si preoccupi” dice l’eroe casuale, “sta arrivando la polizia”. “Io avevo un appuntamento, adesso mi devono truccare!”. La scena che si proietta sui due lati delle porte scorrevoli è felliniana. La bionda al tavolo del trucco, con un occhio nero fumè da red carpet, la linea della matita leggermente tremolante. Sei agenti, una signora che continua a bussare perché deve comprare il deodorante, poi vede le manette, spalanca la bocca e si fa il segno della croce. Un tossico accasciato sul tester all’esterno del negozio che cerca di profumarsi con i campioni gratuiti. Il panettiere e la vicina della pizzeria che si fanno un selfie. Qualcuno dice “razzismo”, qualcun altro “casa loro”. Ma nell’atto finale della lotta tra bene e male, tra accoglienza e tolleranza zero, le parole più ricorrenti sono “mascara” e “rosso mattone”.
Eva Garau (Precaria d Aristan)

“Porte chiuse, nessuno si muova. Il più alto continua a strillare alla commessa. “Io voglio e io rubo, tutti zitti. Tu zitta puttana”. Da TRUCCHI DEL CASO – Editoriale di Eva Garau (Precaria di Aristan)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA