MORE UXORIO


Editoriale del 7 febbraio 2013

Sono in viaggio, ma non riesco a concentrarmi sulla guida del mio biplano. Non faccio che ripensare al colloquio di stanotte con mia moglie:
“Insomma, basta con questa storia!” Mi scuote mentre sogno di cantare una romanza dalla Tosca insieme al professor Schintu.
“Ssttt… piano, che la svegli.” Rispondo preoccupato.
“Va bene, parlo piano, però questa indecenza deve finire.”
“Ma cara, cerca di capirmi, è un periodo che mi sento molto insicuro e…”
“Passi per una notte… due notti… ma è da un mese che andiamo avanti così.”
“Non sei paziente. Decisamente non sei paziente. Magari le tue amiche…”
“Mai sentito niente del genere dalle mie amiche: figurati che all’inizio pensavo mi volessi proporre un nuovo gioco erotico.”
“Guarda, ti giuro che appena finisce questo brutto periodo, la rimando a casa per la notte; è che ora mi sento molto fragile…”
“Sì, ora anche fragile… Insomma, basta con questa controfigura! Non conosco nessun altro che ne abbia una e soprattutto che se la porti a dormire nel letto matrimoniale.”
“Ma dai, tutta rannicchiata sul bordo del letto com’è, Monica occupa pochissimo spazio.”
Ecco, non faccio che ripensare a questo colloquio.

Pietro Serra
(Capitano medico, ambasciatore di Aristan)

COGLI L’ATTIMO

 

da Letto a tre piazze (1960) diretto da Steno e interpretato da Totò e Peppino

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA