VIOLA METALLIZZATO


Editoriale del 22 febbraio 2013

Loana ha una carrozzeria con curve in posti dove altre femmine non hanno neanche posti, capace di provocare un infarto a un bradipo affetto da narcolessia; se a questo aggiungete che quando parla mostra di possedere una morale sessuale che Cicciolina a confronto sembra una monaca di clausura capite perché al suo cospetto non sono solo arrossito, sono annichilito diventando viola metallizzato. Certo, sono felice di conoscerti, ma non è il caso di pensar male – provo a rispondere – è che vederti così… ehm, non credo di essere preparato a vivere tutte queste emozioni. Sai, sto cercando di scappare da uno che parla e agisce come Jack Torrance di Shining, non so se mi spiego… io i film ero abituato a vederli, non a sguazzarci dentro! Vieni – dice Loana – sarò io a prendermi cura di te. Grazie, sei gentile – rispondo. Devi sapere che quando sono buona sono molto buona, ma quando sono cattiva sono ancora meglio. Tenendomi per mano mi conduce fino a una parete liscia che accarezza e picchietta fino a quando la stessa si apre magicamente e ci ingoia richiudendosi un attimo dopo. Il set è cambiato, siamo nell’appartamento di Loana; non curandosi della mia imbarazzata presenza si toglie anche i quattro brandelli di pelliccia che malamente la ricoprivano e avviandosi verso la doccia, provocante e sfrontata, volta il capo e dice: nulla va sprecato, sono tempi di crisi anche qua sotto, fai la doccia con me che risparmiamo l’acqua. Non so se ehm… voglio dire, l’idea mi piace molto ma, ho paura di fare la cosa sbagliata; da quando sono qui sotto non ne ho azzeccata una… “Non avere paura filmnauta; errare è umano. Ma può farti fa sentire divino!

Gianni Stocchino
(Filmnauta di Stato)

COGLI L’ATTIMO

 

da La dea dell’amore (1995) di Woody Allen con Woody Allen, Mira Sorvino

« Archivio »

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA