COMING SOON


Editoriale del 4 aprile 2015

Mi fa sempre sorridere un celebre botta e risposta in un film con Depardieu degli anni ’80:
-E i preliminari?
-I preliminari dopo.
In tre parole, i due amanti buttano all’aria la caparra e vanno al sodo senza preamboli, ansiosi di sorprendersi e di gustarsi l’imprevedibile. Oggi siamo abituati ad essere costantemente “preparati” a ciò che ci aspetta, viviamo in uno stato di perenne messa in attesa: ogni programma tv ha la sua anteprima, ogni novità un’anticipazione e i trailers ci svelano praticamente tutto il film. Un continuo dribbling della sorpresa, garanzia di risultato che ci strappa il gusto di un’attesa ignara o di una rivelazione inaspettata, impedendoci di provare Stupore.
Lo Stupore non è un’esperienza come le altre, serve a imparare il mondo, ci ricorda che la realtà offre più possibilità di quelle che mettiamo in conto ed eccede le nostre attese; nella vita andiamo in scena così, senza copione, improvvisando e immaginando di continuo. Alleniamoci dunque all’Inatteso, centelliniamo gli indizi, scommettiamo sull’Impensabile e, soprattutto, Sorprendiamoci.
A proposito, sto per aprire l’uovo di Pasqua: so già che vi troverò un ciondolo design in argento. C’è scritto fuori.

Genny Pignataro Atzeni
(Rabdomante ad Aristan)

COGLI L’ATTIMO

 

Le magiche sorprese di Arturo Brachetti, il più grande trasformista del mondo (da uno show su Rai 1)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA