MADRIGALI


Editoriale del 25 maggio 2012

Zucca
Non sapete cos’è una repentìna
ed ignorate cosa sia un mottètto?
Allora attenti a questa sopraffina
conversazione di linguaggio eletto.

Salvator Zucca, esperto di poesia,
ci spiegherà le strofiche varianti,
l’estemporaneo istinto e la magia
dei cantadoris sardi improvvisanti.

Schintu
Di che cosa aver paura?
Del dolore, dei fantasmi,
di una sorte ancora oscura,
o del buio, o dei sarcasmi?

Ve lo vedo scritto in faccia,
vi tradisce quel pallore:
si avvicina una minaccia
che si fa quasi terrore.

Ma imponetevi coraggio,
non tremate di sgomento:
col suo prossimo messaggio
solo Schintu fa spavento!
 
Mauro Manunza
 

COGLI L’ATTIMO

 

Poesia dell’improvviso: la gara tra su cantadori e il rapper

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA