SORPRESE


Editoriale del 26 febbraio 2015

Stupefacente. La radiografia di un’antica statua di Budda fatta da alcuni ricercatori olandesi ha mostrato al suo interno la mummia di un monaco, accomodato lì da un migliaio d’anni nella posizione del loto. Non sembra sia stato il Budda a fagocitare il monaco, quanto piuttosto quest’ultimo a trovare il modo per camuffarsi e farsi adorare a scrocco. E pare non sia stato l’unico. Ora vi chiederete perché senta il bisogno di parlarne in questa rubrica, ma chi mi segue si sarà reso conto di una mia progressiva mummificazione cerebrale, che mi porta a trattare con scarso entusiasmo dei problemi di qualità dei cannelloni al ragù surgelati o del recente calo nella produzione della papaya. Ho un terribile sospetto: la mia pinguedine cresce a vista d’occhio, sto diventando sempre più buono e ho qualche difficoltà a riconoscermi in alcune radiografie toraciche. Non avendo alcuna intenzione di farmi colonizzare da una mummia, seppure quella di un sant’uomo, ho disposto che alla mia morte sia cremato e le mie ceneri esposte all’aria in un giorno di fortissimo vento di maestrale.

Tony Cinquetti
(Etica gastronomica)

COGLI L’ATTIMO

 

da Piccolo Buddha (1993) diretto da Bernardo Bertolucci con Keanu Reeves

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA