VITE PARALLELE


Editoriale del 3 febbraio 2015

Sergio Mattarella nasce nel luglio 1941 a Palermo, nel maggio dell’anno seguente nasce a Milano Maurizio Arcieri. Nel 1967, dopo una laurea in giurisprudenza, Mattarella inizia la carriera politica nella Democrazia Cristiana e Arcieri esordisce come cantante con il solo nome di Maurizio. Negli anni Settanta Sergio intraprende una brillante carriera accademica e diventa un esponente sempre più importante del suo partito, mentre Maurizio, dopo alcune vittorie in hit parade e fortunate partecipazioni al Disco per l’Estate, ottiene un gran successo come divo dei fotoromanzi. Nel 1980 il fratello di Sergio, Piersanti Mattarella, viene assassinato dalla mafia e Maurizio, insieme alla nuova compagna, Christina Moser, dà una svolta importante alla sua carriera, al suo look post-punk e alla sua musica new wave, fondando il duo Krisma e incidendo il più bello e innovativo dei suoi album, “Cathode mamma”, il cui elettro-pop toccherà il vertice con il singolo “Many kisses”. Negli anni Novanta, Mattarella, ministro della Pubblica Istruzione del governo Andreotti, si dimette per protesta contro la Legge Mammì, che legittima le tv private di Berlusconi, mentre Arcieri fonda un suo canale satellitare: Krisma tv. Negli anni Duemila Mattarella passa dalla Margherita all’Ulivo per approdare al PD e diventa poi giudice della Corte Costituzionale, mentre Arcieri collabora con Vangelis e Battiato e torna al successo televisivo in un programma insieme a Piero Chiambretti. Gli ultimi anni vedono un’eclissi per entrambi: sia Mattarella che Arcieri sembrano archiviati dal tempo e di loro, come capita alla maggior parte dei soliti noti, non si sa più niente. Il 29 gennaio 2015 Maurizio Arcieri muore all’ospedale di Varese. Due giorni dopo, il 31 gennaio 2015, Sergio Mattarella viene eletto Presidente della Repubblica Italiana. E, come Platone fa dire a Socrate nell’Apologia, “chi di loro vada verso ciò che è meglio è oscuro a tutti, tranne che al Dio”. Many kisses, Presidente.

Fabio Canessa
preside del Quijote, Liceo Olistico di Aristan

COGLI L’ATTIMO

 

L’apologia di Socrate

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA