IL TRAGOLO, un cervo che vive da topo


Editoriale del 06 gennaio 2017

Tragedia deriva dal greco tragoidia, cioè il canto del capro. Tragus è il capro, odia la sua ode.
Il tragolo è un ungulato che pesa 800 grammi, e si ciba di erbe e bacche.
Gli inglesi che per primi lo trovarono in Asia lo hanno battezzato Mouse Deer, il cervo topo, perché è un ungulato grande come un ratto.
Delle sue minuscole ossa sono disseminate le caverne preistoriche di tutto il mondo perché cacciarlo era un gioco da ragazzi.
Nonostante ciò, la sua stirpe si perpetua da 34 milioni di anni senza soluzione di continuità.
Ha problemi di digestione: infatti il suo stomaco è diviso in quattro camere nelle quali fa fermentare ciò che mangia.
Svezza il suo piccolo a tre mesi e comunica con i propri simili tramite l’olfatto: annusa per capire i pensieri dell’altro utilizzando la chimica come mistica di saggezza.
Nonostante le dimensioni, ha bisogno di un vasto territorio per sopravvivere almeno 15 ettari.
Infatti benché tutti pensino sia un topo lui sa d’essere un regale cervo.

Antonangelo Liori
(Microbiografo di Aristan)


…benché tutti pensino sia un topo lui sa d’essere un regale cervo.(da IL TRAGOLO, un cervo che vive da topo – editoriale di Antonangelo Liori)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA