BOTERO E L’OBESITA’


Editoriale del 16 gennaio 2020

Non sono mai stato un grande estimatore dell’opera di Fernando Botero (Medellin, 1932), pittore e scultore colombiano popolarissimo in tutto il mondo. In tutta la sua sterminata produzione artistica uomini e animali, case e chiese, fiori e frutta appaiono armoniosamente dilatati. Una controversa estetica della grassezza e della corpulenza, impossibile parlare di obesità senza pensare a Botero. Il quale però ha sempre sostenuto di non dipingere “gordos”, ovvero ciccioni, grassoni, grassi: molto semplicemente lui esplora la forma, che sia una donna o un mandolino, e dipinge volumi. Senza entrare in un dibattito nel quale non ho nessuna competenza, è da rilevare che in Colombia, dove le sue opere riempiono le piazze e i musei, una persona su due è in sovrappeso. Come in gran parte del mondo da qualche tempo si dirà, niente di nuovo. Però in Colombia l’obesità (Situación Nutricional la ENSIN, 2015) colpisce prevalentemente la popolazione femminile (il 22,4%), contro il 14,4% di quella maschile, mentre In Italia, al contrario, le donne hanno un tasso di obesità inferiore (9.4%) rispetto agli uomini (11.8%). Poiché anche a me piace esplorare le forme, soprattutto quelle femminili, osservo che in Colombia è la distribuzione corporea della pinguedine a essere differente rispetto alla nostra, e le tante donne ciccione che incontro sembrano uscite dai quadri dell’artista: dilatate, più che obese. Come avrà fatto Botero a non trarne ispirazione? Enormi paffuti sederi femminili affondano nel sellino delle motociclette che invadono le strade, guidate da uomini corpulenti; facce a forma di sole o di luna piena, a seconda dell’umore, ti sorridono tutti i giorni strabuzzando occhi piccolissimi. Ora guarderò in modo diverso le riproduzioni dei quadri di Botero esposte nella sala d’attesa del mio dentista. Anche lui di forma un po’ strana.

 

Marco Schintu

(Ufficio pesi e misure di Aristan)

 

Una controversa estetica della grassezza e della corpulenza, impossibile parlare di obesità senza pensare a Botero (da BOTERO E L’OBESITA’ – Editoriale di Marco Schintu)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA