GLI INCUBI DI UNO CHEF CONSAPEVOLE


Editoriale del 15 ottobre 2015

Come dovrebbero essere considerati, da uno chef consapevole, gli avventori di oggi? È semplice: cavie, animali da esperimento. I clienti sono ormai tutti molto delicati, si professano allergici a centinaia di sostanze. Vero o falso che sia, perché non se ne restano a casa? Lo chef consapevole non lo sa. Ha paura della sensibilità’ individuale, sa che ogni cliente ha nell’intestino una personale collezione di miliardi di microbi intolleranti, ai quali potrebbero andare di traverso persino le basette del cameriere. Qualche avventore potrebbe morirgli tra le braccia, ucciso da una rara combinazione di cipolla e prezzemolo, senza avere avuto nemmeno il tempo di rientrare a casa. O addirittura potrebbe essere lui stesso, lo chef, a far fuori un finto celiaco a coltellate. Insomma, la bontà di uno chef moderno si valuta misurando il numero dei clienti che sopravvivono alle sue creazioni. Uno chef consapevole non farebbe mai lo chef.

Tony Cinquetti
(Etica gastronomica)

COGLI L’ATTIMO

 

da Scarface (1983) scritto da Oliver Stone e diretto da Brian De Palma. Il film è il remake dell’omonimo lungometraggio del 1932 diretto da Howard Hawks. Con Al Pacino e Michelle Pfeiffer

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA