IL FALSO “FALSO FIAMMINGO”


Editoriale del 18 maggio 2016

L’Accademico Perduto Vittorio Sgarbi viene spesso in Sardegna, e qualche volta passa in Archivio a conoscere le ultime scoperte. Tre mesi fa fu per la Donazione Morositas, una bella collezione di vasi attici del V secolo a. C.. Nell’occasione gli feci visitare la Galleria dei Falsi, recentemente allestita raccogliendo una ventina di dipinti accatastati senza cura in un magazzino perché ritenuti delle copie o delle imitazioni stilistiche. Vittorio passò in rassegna i quadri osservandoli con attenzione, ma senza particolare entusiasmo. Quando arrivò davanti al “Falso Fiammingo”, però, rimase come folgorato; si tolse gli occhiali, si avvicinò a un palmo dalla tela e cominciò a esaminarla nei dettagli . Nel Falso Fiammingo è raffigurata una giovane donna seduta a uno scrittoio; sguardo perso nel vuoto, sembra cercare ispirazione. Nel dipinto sono presenti tre elementi estranei a un interno olandese: un tappeto sardo; un orecchino in filigrana d’argento, anch’esso sardo; un coccoi a pitzus, pane decorato ancora tipicamente sardo. Dopo mezzora di minuziosa ispezione, lo storico dell’arte sentenziò: “E’ un’opera giovanile di Jan Vermeer”. Con estremo rispetto (e prudenza…) feci notare i tre elementi intrusi, ma Vittorio non aveva dubbi. Anzi, manifestò l’intenzione di rendere pubblica la scoperta e mi chiese di raccogliere informazioni sulla provenienza del quadro.
Concentrai le mie ricerche sulle memorie degli Accademici del ‘600. Ebbi successo: il quadro fu donato all’Archivio dall’Accademico Luigi Bussu, che ci racconta di una partita a carte durante il suo soggiorno in Olanda. L’avversario era un giovane pittore che, sconfitto al gioco, gli propose di onorare il suo debito con un dipinto. Bussu accettò a una condizione: la scena doveva presentare alcuni elementi capaci di ricordargli
la sua amata Sardegna.
Chiaramente, il giovane pittore era Jan Vermeer.

Carlo M.G.Pettinau
(Archivista dell’Oblio)


“E un’opera giovanile di Jan Vermeer”
(da IL FALSO FALSO FIAMMINGO editoriale di Carlo M.G. Pettinau)
da La ragazza con l’orecchino di perla (2004) diretto da Peter Webber, ispirato al romanzo omonimo di Tracy Chevalier. Con Colin Firth e Scarlett Johansson

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA