MARTINEZ SBEFFEGGIA GLI STATI MAGGIORI AD AMMAN


Editoriale del 26 agosto 2013

La base di Aramex, qui ad Amman, ospiterà nei prossimi giorni il vertice dei capi di stato maggiore di USA, Gran Bretagna, Francia, Italia, Turchia, Canada, Russia e Paesi Arabi, impegnati a discutere le tematiche legate alla sicurezza in Medioriente e in particolar modo l’attacco portato con testate arricchite da agenti chimici che nella periferia damascena di Ghouta ha causato, secondo dati forniti da Medici senza Frontiere, la morte di almeno 350 civili. Altre fonti sostengono 1300. Molti fra queste erano bambini. Impossibile al momento verificare la fazione responsabile. L’esercito di Aristan, guidato dal generale Filippo Martinez, ha rifiutato categoricamente l’invito inoltrato congiuntamente dal presidente americano Barak Obama e dal suo corrispettivo russo Vladimir Putin. “Meri ciarlatani che comandano un bipolarismo di pupazzi”, ha commentato sprezzante Martinez, pigramente seduto sulla rossa lambretta t-52 che da Beirut lo ha condotto ad Amman. “Cercano di blandire Aristan, consapevoli che un nostro fluttuante capriccio può spazzare via la loro ludica accozzaglia tecnologica”. E, con la bocca impastata da un falafel: “Spieghino poi perché dopo due anni e 100.000 morti si svegliato con sta stronzata del gas Sarin. Spieghino perché il bombardamento avrebbe avuto luogo proprio in occasione della visita degli ispettori ONU. Spieghino perché, da una parte e dall’altra, hanno permesso a quantità spaventose di armi di affluire al governo di Assad e alla ciurma dei ribelli. Spieghino quale è il ruolo di Israele, che tace e sghignazza. Spieghino, infine, perché la rabbia funesta dei miei guerrieri dovrebbe arrestarsi proprio davanti al raccapricciante risultato della loro ributtante ipocrisia. Siamo il feroce grimaldello dell’etica. Presto la bandiera del cavaliere infinito sventolerà su Damasco”, ha concluso ravanandosi le terga, tormentate dal lungo viaggio su due ruote.

Luca Foschi
(Inviato di guerra da Aristan\ Aristan’s war correspondent)

COGLI L’ATTIMO

 

da Totò le Mokò è un film del 1949, diretto da Carlo Ludovico Bragaglia.

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA