SALMO 151 SOLO PER PIETÀ


Editoriale del 25 agosto 2018

Uomini senza fallo, semidei, […]
che la pietà non vi sia di vergogna.

Banchieri, pizzicagnoli, notai, […]
che la pietà non vi rimanga in tasca.

Giudici eletti, uomini di legge, [ …]
Uomini cui pietà non convien sempre {…}

Non cercare
la felicità
in tutti quelli a cui tu
hai donato
per avere
un compenso.
ma solo in te
nel tuo cuore
Se tu avessi donato
solo per pietà
per pietà
per pietà…

(da F. De André, “Recitativo: due invocazioni e un atto di accusa”, in conclusione di «Tutti morimmo a stento».)

«Perché, dove è il tuo tesoro, là sarà anche il tuo cuore». (Dal Vangelo di Matteo, 6,21)

Il ponte e i morti a Genova, ma già da giorni prima, l’alluvione e i morti, più di dieci volte tanto, in Kerala. Una suora indiana mi raccontava la solidarietà incredibile sperimentata in questi giorni in India. Un bramino, della casta più alta, che mai si poteva pensare mischiato a quelli di bassa casta, con il consenso dei parenti e del vescovo, il parroco cattolico gli ha dato una tomba nel cimitero cristiano. Alcuni musulmani puliscono una croce finita nel fango e la riconsegnano ai cristiani. Altri mettono in salvo una statua della Madonna sistemandola nella loro moschea. Un gruppo di pakistani, i “nemici” per antonomasia in India, lavoratori a Dubai, raccolgono in soccorso parte del loro stipendio. I giovani in prima linea aiutano tutti, senza differenze di religione e di casta. Le chiese. le moschee, i templi hindu, aperti a tutti. Una vecchia, avvistata in una casupola di fango miracolosamente scampata alle acque e rimasta in piedi sotto la pioggia, dice ai soccorritori di andare dove il bisogno è più grande. «È grande l’umanità», commentava alla fine la suora indiana.

Di fronte a questa «grande umanità», mi chiedo dove sia in Italia, sia per i fatti di Genova, sia per i fatti del Kerala. Genova: le accuse prevalgono sugli aiuti, al massimo si indica chi ha l’obbligo di dare di più. Kerala: il silenzio della stampa ha prevalso su ogni iniziativa di aiuto. Il minimo e il massimo: il papa ha chiesto di pregare. Il resto, è silenzio. Anche dove sarebbe sembrata spontanea una qualche pubblica iniziativa di aiuto. Ma almeno da qualche parte, è grande l’umanità.

Antonio Pinna
Salmista ad Aristan

«È grande l’umanità», commentava alla fine la suora indiana.(da SALMO 151 SOLO PER PIETÀ, editoriale di Antonio Pinna)
Il discorso all’umanità del grande dittatore

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA