Salmo 71, CARNEVALI


Editoriale del 4 febbraio 2017

Ante scriptum. Il fatto cui si fa riferimento è testimoniato da testimone oculare e auricolare.
Qualche settimana fa, in una città nota per maschere a cavallo, due turisti vedono sfilare in strada processione: statua e persone, vestiti a non vestire ma a mostrare e copricapi a non coprire ma a allungare.
«È già cominciato il carnevale?», chiedono i due a un vigile, spaesati.
«Noi i carnevali li facciamo più seri», risponde il vigile, vigilessa a precisione,
con tono di chi vigila anche su realtà non contingenti.
A cercare piccole proprie glorie, si sa,
si diventa comicamente ridicoli.
A confondere la propria gloria con quella di Dio o dello Stato,
si diventa, e lo vediamo in stati e chiese,
tragicamente ridicoli.
E mi ricordo, Signore, che anche tu hai pagato il prezzo
di chi mascherava la gloria di Dio con la sua.

Antonio Pinna
(salmista di Aristan)

«È già cominciato il carnevale?», chiedono i due a un vigile, spaesati. «Noi i carnevali li facciamo più seri», risponde il vigile, vigilessa a precisione (da Salmo 71 CARNEVALI di Antonio Pinna)
da I fidanzati (1963) scritto e diretto da Ermanno Olmi.

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA