SMISURATA PREGHIERA


Editoriale del 28 giugno 2015

Possedere un’intelligenza emotiva non significa che le proprie emozioni siano intelligenti altrimenti non danzeremmo, non pregheremmo, non ci innamoreremmo e tutto, ma proprio tutto, sarebbe molto diverso. Non lo so. Eppure preghiamo convinti che qualcuno da qualche parte ci ascolterà per consegnarci un’ultima goccia di splendore, speriamo in un mondo migliore e siamo pronti ad aspettare che l’amore arrivi e le paure se ne vadano, senza un briciolo di razionalità. Crediamo addirittura che l’amore sia un fenomeno naturale che discende dal cielo e che possa trascendere persino la paura di morire. Forse un giorno, con la stessa visione sferica di cui sarebbe capace una mosca, osserveremo l’orizzonte per com’è davvero: circolare, uniforme e continuo. Allora rivolgeremo lo sguardo e le preghiere, finalmente, verso noi stessi. Onorate dunque l’umile e infinito Dio che è in ognuno di noi per diventare il miracolo che state inutilmente aspettando.

Luca Pani
(Psiconauta ad Aristan)

COGLI L’ATTIMO

 

Smisurata preghiera (1996) di Fabrizio De Andrè, dall’album Anime salve

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA