AMICI


Editoriale del 17 aprile 2013

Ieri, nebbia nelle prime ore del mattino. Appena alzato il mio stato mentale consigliava prudenza, meglio stare a casa. Invece trovo la forza per uscire. Passo una buona mezz’ora a chiedermi inutilmente chi sia quel tale con le sopracciglia cespugliose che mi ha salutato sorridente. Un amico di sicuro, si fa presto a dirlo. Nella mia mente scorrono solo i volti di persone recentemente sbranate dai cani, che hanno assassinato la nonna a coltellate o che si sono impiccate. Potrebbe però essere uno dei miei troppi e altrettanto sconosciuti amici virtuali raccattati nel social network. Mi sento in colpa, li sto trascurando. In macchina accendo la radio e uno spot pubblicitario mi da un’idea. Non ho un giardino ma posso comunque organizzare una festa allestendo un forno a legna per pizze nella stanza da letto. Mi viene fornita una lista delle cose da fare e da comprare. “Ti sei ricordato di chiamare gli amici?” chiede alla fine dello spot una moglie preoccupata. Risposta del marito: “Chiamati!”. Tra il bagno e la cucina incontrerò sicuramente qualcuno con le sopracciglia cespugliose.

Marco Schintu
(Meteorologo ad Aristan)

COGLI L’ATTIMO

 

da Quasi amici – Intouchables (Intouchables 2011) di Olivier Nakache e Eric Toledano con François Cluzet, Omar Sy, Anne Le Ny, Audrey Fleurot.

« Archivio »

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA