COME HO IMPARATO A NON PREOCCUPARMI E AD AMARE LA BOMBA


Editoriale del 17 aprile 2017

Ti ci avvitano nell’assurdo, giro dopo giro, e la cosa è salutare. Sappiamo che Caligola propose il suo cavallo senatore e che la moglie dello Scià Palavi usava fare il bagno nel latte come Poppea. Trump che dichiara di aver degustato in compagnia del suo omologo cinese una magnifica torta al cioccolato mentre i siluri americani bombardavano la Siria s’aggiunge pertanto alla millenaria tradizione dell’indecenza al potere. È mutata solo la rapidità con cui gli aneddoti vengono spalmati sulla tribuna mondiale, e la sofisticazione degli spin doctor, consapevoli che l’imperatore deve ostentare l’eccesso, farne subito politica di potenza, e storia. Dopo aver scorreggiato sui musulmani in campagna elettorale, sbarrato le frontiere agli arabi per cullare le rabbie degli operai di Detroit, ha raccontato d’essere intervenuto alla vista dei bambini siriani boccheggianti nel gas come pesci rossi cavati da un’ampolla. Pare su accorato suggerimento della figlia Ivanka, quel figone monumentale eppur delicato, perfetto per la stampa e le moltitudini amminchionate. Ha poi fatto esplodere l’uccellone quasi nucleare in Afghanistan e spedito le navi in Corea per punzecchiare quell’altro ciccione sanguinario di Kim Jong-un. Doveva smarcarsi dall’inciucio russo e far sentire per il globo le vibrazioni dei suoi polsi d’acciaio. Salutare ripeto, Trump è epifania dell’eterno, demone liberatore e genio svergognato di un presente che voleva superare la finzione per divenire senza pudore. Ha esaltato e ucciso l’arte al contempo: sta girando Il Dottor Stranamore senza nemmeno sapere come si allaccino i mocassini.

Luca Foschi
(Inviato di guerra da Aristan\ Aristan’s war correspondent)

Trump è epifania dell’eterno, demone liberatore e genio svergognato di un presente che voleva superare la finzione per divenire senza pudore. Ha esaltato e ucciso l’arte al contempo: sta girando Il Dottor Stranamore senza nemmeno sapere come si allaccino i mocassini (da COME HO IMPARATO A NON PREOCCUPARMI E AD AMARE LA BOMBA – Editoriale di Luca Foschi)

da Il Dottor Stranamore – Ovvero: come ho imparato a non preoccuparmi e ad amare la bomba (1964) prodotto e diretto da Stanley Kubrick

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA