L'ASPIRABRICIOLE


Editoriale del 14 novembre 2012

Provate a dire a qualcuno con espressione convinta che tra qualche settimana il mondo finisce, vi prenderà per pazzo. Così facendo però, se entro in un negozio, riesco a scrollarmi di dosso i venditori più petulanti. Non solo. Ho registrato questo messaggio nella segreteria telefonica: “Non mi serve niente. Sta per arrivare l’Apocalisse. Pentitevi!”. Improvvisamente assicuratori, sondaggisti e seccatori di diversa natura hanno smesso di molestarmi. Per completare l’opera ho anche appeso un cartello che non lascia speranze all’ingresso di casa, in modo da scoraggiare i venditori porta a porta. Molti di questi però, dicendomi che ripasseranno eventualmente dopo la fine del mondo, mi hanno lasciato in prova senza impegno decine di apparecchiature inutili. Ora, aspettando la fine, mi trastullo con un aspirabriciole, ma non so se sentirmi più pazzo o coglione.

Marco Schintu

COGLI L’ATTIMO

 

da Intolleranza: Simon del deserto (1964) diretto da Luis Buñuel

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA