Salmo 168 PERCHÉ? PER CHI …


Editoriale del 22 dicembre 2018

Al primo resoconto da Strasburgo, in conclusione del primo elenco delle vittime, avevamo sentito solo un telegrafico, e quasi frettoloso, «tra i feriti, anche un giornalista italiano di una radio locale». Poi, con il suo nome e la sua storia, abbiamo capito sempre di più che quel giovane «giornalista italiano di una radio locale», che moriva a Strasburgo, era parte di noi.

Sarà viva parte di lui

quella universale parte in noi

ravvivata.

 

Antonio Pinna

Salmista ad Aristan

 

«Il tempo è troppo prezioso per passarlo da soli,

la vita troppo breve per non donarla,

il cielo troppo azzurro per guardarlo senza nessuno a fianco.

Nulla muore e tutto dura in eterno».

(Antonio Megalizzi, frase riportata nell’immagine-ricordo, e nell’omelia dei funerali).

 

https://youtu.be/I_Dk1J-059o

(da Salmo 168 PERCHÉ? PER CHI …, editoriale di Antonio Pinna)

« Archivio »

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA