LA MUMMIA


Editoriale del 29 aprile 2021

Sono una persona estremamente riservata. Mi terrorizza l’idea che tra qualche migliaio di anni venga scoperto il mio corpo ancora intatto sotto la cenere di un vulcano o nel fondo di un ghiacciaio. Pietrificato in una smorfia di dolore che non avrei voluto che nessuno vedesse. Ma la cosa che proprio non mi auguro è che qualcuno decida di utilizzare quella mia povera mummia per sottoporla a tomografie assiali computerizzate o a risonanze magnetiche focalizzate sul mio apparato digerente, per cercare di capire cosa mangiavo e quanto mangiavo. E scoprire infine quello si dice da sempre: un tempo si mangiava meglio.

Marco Schintu (Gastronomo)

“Ma la cosa che proprio non mi auguro è che qualcuno decida di utilizzare quella mia povera mummia per sottoporla a tomografie assiali computerizzate o a risonanze magnetiche, focalizzate sul mio apparato digerente, per cercare di capire cosa mangiavo e quanto mangiavo.”
Da LA MUMMIA – Editoriale di Marco Schintu (Gastronomo)

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA