PANGEA, NOTIZIE DALL’IO: OSCAR PISTORIUS


Editoriale del 18 febbraio 2013

Come è semplice corrompere la bellezza, amore mio. Se solo potessi vederti, così, tra i vetri in frantumi. Inerte, un piccolo cielo oscuro assediato da un’esplosione di stelle. Sangue che stilla sul burro il tuo seno ferito, il profumo alla vaniglia e dentro di te, sopra di te io uccidevo lo storpio. Il piacere era una lama che ricomponeva l’intero. L’intero. Ma come è facile rinunciare alla bellezza. Vedi, amore, non può essere un lungo, estenuante pensiero. Solo nell’attimo, nell’oblio dei polmoni che violentano l’aria, nel cuore che desidera il collasso. Solo nell’attimo si distrugge, solo nell’attimo si crea.
Basta una pallottola, uno zigomo squarciato. Come sono buffi i tuoi alluci: l’immenso labirinto della passione si scioglie in un deserto. Blade runner. Hanno sempre bisogno d’eroi questi gonzi. Scriveranno nuovi esotismi. Soprattutto si chiederanno. Si chiederanno fino a stordirsi, fino ad ignorare la gloriosa essenzialità della bellezza stuprata. Domandano per dimenticare se stessi. Noi siamo invece un principio di realtà. Io e te, qui. Solo questo è vero, mia sgualdrina, mia sposa.

Luca Foschi
(Inviato di guerra da Aristan\ Aristan’s war correspondent)

COGLI L’ATTIMO

 

Paola Cortellesi e Valerio Mastrandrea sono Desdemona e Otello in uno sketch televisivo

  • MANIFESTO DI ARISTAN


    ANTEPRIMA
  • PROMO ARISTAN ROBERTO PEDICINI


  • INNO


  • IL TEMPO DEI TOPI DI FOGNA


  • CIAO NADIA